Ms. Marvel – Recensione dei primi due episodi

Durante Etna Comics 2022 ho avuto il piacere e l’onore di vedere in anteprima i primi due episodi dedicati a Ms. Marvel, in uscita l’8 Giugno sul servizio ad abbonamento streaming Disney +. La miniserie sarà composta da sei episodi ed è stata ideata da Bisha K. Ali e sceneggiata da Freddy Syborn.

Questa serie sancisce l’ufficialità di Kamala Khan all’interno del Marvel Cinematic Universe, aggiungendosi così alla continuità dei film cinematografici, permettendoci di capire da dove nasce il personaggio e quale sia il suo ruolo all’interno di questo immenso universo di supereroi.

Vi anticipo che sono rimasto totalmente soddisfatto dai primi due episodi, dato che hanno mostrato una sceneggiatura impeccabile e innovativa all’interno dell’ambiente delle serie TV. Non voglio anticiparvi molto, il resto ve lo racconterò nella recensione che trovate qui di seguito!

Episodio 1: L’inizio

Il primo episodio ci mostra la vita di tutti i giorni di Kamala Khan, una ragazza di sedici anni di origine pakistana che vive con i genitori nel New Jersey. Come possiamo apprendere dai primi fotogrammi è una grande fan di Carol Danvers, anche conosciuta come Captain Marvel.

La prima cosa che salta subito all’occhio dello spettatore è come la ragazza sia spesso con la testa fra le nuvole, e sempre pronta a fantasticare sugli Avengers e le loro memorabili conquiste. Questo viene mostrato anche attraverso i murales in alcune scene, che prendono vita e si animano, quasi a volerci mostrare la geniale e creativa mente della protagonista.

L’ aspetto che più mi è piaciuto è come viene affrontata la cultura pakistana, che spesso entra in conflitto con le passioni della protagonista. Queste vengono ritenute piuttosto “estreme” e non adatte a una ragazzina di sedici anni.

Il primo episodio funziona da introduzione, permettendoci di capire quali sono gli amici della ragazza, tra cui spicca Bruno Carrelli. Il fulcro dell’intero svolgimento di questa introduzione è il passato di Kamala e della sua bisnonna di cui non viene mai fatto cenno nei racconti di famiglia.

Durante l’Avengercon, la ragazza indossa uno dei cimeli della bisnonna e scopre che questo è incantato e le permette di usare dei strani poteri. Questo ci porterà alla ricerca di risposte, ma allo stesso tempo è un sogno che si è realizzato per Kamala Khan, che tanto desiderava essere una supereroina.

Episodio 2: L’evoluzione

Il secondo episodio ci proietta nell’ottica dei “cattivi”, un gruppo che è alla ricerca di persone con superpoteri e catturarli per qualche ignoto motivo. La nostra Kamala Khan è sotto i riflettori a causa di un incidente all’Avengercon, dove è riuscita a evitare una fatalità grazie ai suoi poteri, ma finendo così nei feed dei social.

Il ritmo è migliorato, dato che vedremo l’introduzione di nuovi personaggi e una Kamala Khan più sicura, anche grazie all’arrivo dei poteri misteriosi.

Spesso durante l’episodio viene sottolineato che la ragazza sia Pakistana e musulmana, poiché in alcune scene vedremo alcune delle usanze. Di fondo abbiamo trovato pure una critica: ad esempio durante una scena in moschea vediamo gli uomini in una situazione migliore rispetto a quella delle donne, costrette a pregare nella parte vecchia dell’edificio.

Bisogna ammettere che è stata una scelta piuttosto coraggiosa da parte della showrunner. Abbiamo anche apprezzato lo svolgimento molto fluido e poco lento.

Sceneggiatura e scelte registiche

Una delle cose che più ho amato è la regia degli episodi. In alcune scene ho trovato molto ispirato il modo di raccontare la scena, come ad esempio durante lo scambio di messaggi tra due personaggi che viene mostrato non dai cellulari, ma bensì dalle finestre o dai muri, disegnando al loro interno il messaggio.

Gli attori hanno svolto quasi tutti un lavoro impeccabile. Magari per alcuni personaggi era possibile offrire uno screentime maggiore per capire meglio il loro ruolo, ma rimango fiducioso per i prossimi episodi per vederci più chiaro. Quindi non mi esprimo in modo definitivo sul cast.

La colonna sonora è impeccabile, l’accompagnamento è quasi sempre azzeccato ed esalta quasi ogni scena al meglio.

Commento Finale

Ho apprezzato entrambi gli episodi di Ms. Marvel. Si tratta di una ventata d’aria fresca all’interno del Marvel Cinematic Universe, andando a migliorare la qualità delle serie TV nel catalogo di Disney +.
Per il momento mi ritengo molto soddisfatto, non vedo l’ora di vedere cos’altro hanno in serbo le vicende di Kamala Khan e non vedo l’ora di parlarvene nuovamente su Roll ‘n’ Play!