Bum-Bo the Empty
Editoriali Featured Videogiochi

Quando un videogioco viene dimenticato dagli sviluppatori

Nell’ultima settimana ho ripreso a giocare a The Legend of Bum-Bo, passandoci all’incirca quattordici ore nel tentativo di ottenere dei Completion Mark che mi mancavano. Non ci dovrebbe essere nient’altro da dire, ma in quel caso non avrei nemmeno avuto il bisogno di scrivervi un articolo.

Quando ancora Roll ‘n’ Play era un progetto in inglese, vi avevo scritto una recensione su questo prequel di The Binding of Isaac. Per quanto io abbia promosso il titolo per le sue indiscutibili lodi, già all’epoca vi dissi che avevo riscontrato fin dal Day-One vari problemi tecnici tra lag, crash e addirittura un freeze completo del gioco. Ai tempi in cui vi scrissi del mio rammarico per la situazione del gioco, questo era stato rilasciato da circa quattro mesi.

Edmund McMillen parlò apertamente, in un post tuttora disponibile su Steam, di come The Legend of Bum-Bo sia stato il suo rilascio più disastroso per i troppi problemi presenti. In quello stesso post annunciò l’uscita di un’espansione gratuita. Espansione che poi arrivò nel marzo del 2021, con qualche patch a seguirla.

Insomma, sono passati due anni dall’ultimo update grande, e ingenuamente pensavo che, non essendoci più altre patch da installare, i problemi con Bum-Bo fossero una storia del passato.

Ciò che mi sono ritrovata davanti invece è un videogioco abbandonato dagli stessi sviluppatori.

The Legend of Bum-Bo
Un bug particolarmente fastidioso, risolvibile solo uscendo e rientrando nella partita

Il problema con Bum-Bo, di nuovo

Ho riscontrato vari bug che mi hanno costretta a riavviare il gioco, e ovviamente rifare l’ultimo combattimento. Nello specifico nella selezione dei power up ho avuto un bug quando ho provato ad annullare la selezione (quando dovevo scegliere a quale altro power up rinunciare e cambiavo idea, per intenderci).
Più volte ho anche avuto un bug molto fastidioso nella board, che consisteva nella sovrapposizione di multiple icone nella prima fila di tasselli, di cui ho anche pubblicato uno screenshot sulla nostra pagina Facebook.

Superati questi fastidiosi bug mi sono dedicata a quello che era il mio obiettivo: ottenere gli achievement di finire una partita con tutti i Bum-Bo, tranne The Lost per il momento, con 45 o più monete. Ebbene, due di questi obiettivi non si sono sbloccati. E addirittura il gioco mi dava l’unlock dell’oggetto, il Completion Mark nella selezione del personaggio, ma mi dava una scritta incongrua a quello che avevo sbloccato.

Cercare online una soluzione a quest’ultimo problema è stato più che scoraggiante. Ho visto decine e decine di post di persone con il mio stesso problema, che addirittura avevano capito il motivo del bug. Parrebbe che, se durante una partita si torna al menù principale, il gioco lo conta come se si fosse chiusa l’applicazione, ed è per quello che non sblocca gli obiettivi.

Alla fine ho risolto, sì, ma grazie a una patch fan-made. Il creatore della stessa patch nel suo post ha incluso un messaggio per gli sviluppatori inerente al problema, ma dubito che lo abbiano letto.

The Legend of Bum-Bo
Scritta sbagliata, obiettivo di Steam non pervenuto, oggetto sbloccato comunque?

L’abbandono di Bum-Bo

La cosa che più mi infastidisce di tutta questa situazione, è che nel Marzo del 2021 uscì anche l’ultima espansione di The Binding of Isaac. Repentance ha avuto fin da subito il supporto degli sviluppatori con svariate patch, mentre nello stesso momento The Legend of Bum-Bo finiva definitivamente nel dimenticatoio con dei problemi ancora da risolvere.
Avendo provato entrambi fin dal Day-One, come ho sempre fatto da Rebirth in poi, posso dirvi con assoluta certezza che Repentance non ha mai avuto tanti problemi quanti ne ha avuti The Legend of Bum-Bo.

E la parte che mi fa ancora più rabbia è che The Legend of Bum-Bo è un ottimo gioco, e tanti utenti lo supportano con patch e mod fan-made per risolvere i problemi. Addirittura si rivolgono agli sviluppatori, segnalando i motivi dei bug, eppure nessuno è mai intervenuto.

Quindi sì, sono amareggiata e so che si evince da ciò che vi ho scritto. Cerco sempre di dare il mio supporto e di essere comprensiva nei riguardi degli sviluppatori. Vedere però un videogioco totalmente abbandonato a sé stesso senza alcuna spiegazione è semplicemente triste.

The Legend of Bum-Bo
La beffa del Completion Mark
Videogiocatrice da sempre, amante dei RPG e con una passione smodata per The Binding of Isaac. Nel tempo libero, oltre ai videogiochi, legge o ricama.